.
Annunci online

dirottasuitalia Diario di un viaggio di sola andata con destinazione il "Belpaese" italico: elogi e contraddizioni nell'Italia di ieri, di oggi e di... domani
Regionali 2010: vince la Lega al nord, bene il PdL al centro-sud. Sconfitta per il PD, che rimane solo nelle roccaforti. Exploit del MoVimento 5 stelle
post pubblicato in Elezioni regionali 2010, il 30 marzo 2010

Queste elezioni regionali 2010 verrano ricordate soprattutto non come la vittoria del PdL-Lega, ma come quelle della sconfitta del centrosinistra.

Risultati alla mano, delle 13 regioni al voto, il centrodestra, confermandosi in Lombardia e Veneto, vince in Lazio, Piemonte, Campania e Calabria, registrando una differenza di +4 rispetto alle regionali 2005. Il centrosinistra passa da 11 regioni a 7, confermandosi solo in Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Puglia e Basilicata.

Grande scalpore hanno suscitato le vittorie del candidato Roberto Cota  (PdL-Lega) in Piemonte e, soprattutto, di Renata Polverini (PdL) nel Lazio. Il primo, deve ringraziare soprattutto il "MoVimento 5 stelle" di Beppe Grillo che, molto probabilmente, ha preso molti più voti alla sinistra rispetto alla destra, portando in regione due consiglieri. La seconda, dopo la non ammissione della lista PdL nella circoscrizione Roma, è stata in lotta fin quasi la fine degli spogli contro la candidata del centrosinistra Emma Bonino, ma alla fine ha prevalso di oltre due punti percentuali. Per le altre regioni il risultato era più o meno scontato.

Proprio il MoVimento 5 stelle non solo vuole essere una valida alternativa al voto, presentando come candidati gente comune, proponendo liste "pulite" e non ricevendo alcun finanziamento statale. Infatti sono riusciti a far eleggere altri due consiglieri in Emilia Romagna. Sembra che qualcosa stia cambiando...

Sfoglia        giugno