.
Annunci online

dirottasuitalia Diario di un viaggio di sola andata con destinazione il "Belpaese" italico: elogi e contraddizioni nell'Italia di ieri, di oggi e di... domani
Mondiali di calcio in Sudafrica 2010: chi vincerà?
post pubblicato in Sport, il 11 giugno 2010

Oggi cominciano i mondiali di calcio: la manifestazione sportiva più importante dell'anno ha inizio. Oltre al grande spettacolo e all'importanza di aver scelto per la prima volta come sede uno stato dell'Africa, la domanda che tutti ci poniamo è: chi vincerà questa edizione?

Fare un pronostico a priori potrebbero farlo tutti, ma, come il Totocalcio, pochissimi sarebbero in grado di dire esattamente come sarà la graduatoria finale del torneo. Il punto è questo: quante variabili ci sono in gioco? C'è qualcos'altro oltre alla qualità/capacità di una squadra?

Cominciamo riguardando l'esito delle ultime due edizioni:

Mi ricordo ancora molto bene come andarono a finire i mondiali del 2002 in Giappone-Corea del Sud. Vinse il Brasile, probabilmente la squadra migliore, seconda fu la Germania, terza fu la Turchia e quarta fu la Corea del Sud. Soprattutto quest'ultima fu evidentemente spinta verso l'alto, fortuna o chissà, magari a causa di obiettivi prestabiliti. Come paesi organizzatori, il Giappone uscì agli ottavi (niente da obiettare), la Corea andò molto più avanti. Che si fosse voluto espandere il calcio in Asia? Ripagare la Corea come paese organizzatore? Casualità? Nessuno lo saprà mai. Ma il dubbio rimane.
Nel 2006 in Germania qualcuno all'interno della Fifa (neanche troppo sconosciuto e neanche troppo velatamente) avrebbe visto volentieri vincitrice la Francia, qualcun altro la Germania. Sta di fatto che abbiamo vinto noi, e il Presidente della Fifa non ha voluto presenziare alla cerimonia di premiazione. Problemi suoi, la Coppa è nostra.

Si possono perciò fare alcune osservazioni sull'andamento storico/trend dei mondiali (premessa: i trend non rappresentano la regola, possono esserci delle eccezioni, ma rappresentano un'utile base di partenza)
  • prima osservazione: si può dire che le simpatie/collusioni dei dirigenti Fifa incidono in una qualche misura nell'esito di un mondiale (a mio parere l'unica cosa certa).
  • Seconda osservazione: a parte l'Italia negli anni 1934-38 e Brasile negli anni 1958-62, molto tempo fa, nessun'altra squadra ha mai vinto due edizioni consecutive. Seguendo questo ragionamento, quindi, l'Italia quest'anno non dovrebbe vincere. Ma questa è solo una tendenza, nulla di definitivo :-P 
  • Terza osservazione: la squadra che ha ospitato i mondiali l'edizione successiva non ha mai vinto un mondiale nell'edizione precedente. La prossima edizione del 2014 si giocherà in Brasile.
  • quarta osservazione: la nazione ospitante ha sempre superato la prima fase, spesso vincendo il titolo. Vincitrici ospitanti: Uruguay 1930 - Italia 1934 - Inghilterra 1966 - Germania 1974 - Argentina 1978 - Francia 1998. Altre edizioni (tra parentesi la fase raggiunta dalla nazione ospitante): Francia 1938 (quarti) - Brasile 1950 (finale) - Svizzera 1954 (quarti) - Svezia 1958 (finale) - Cile 1962 (semifinali) - Messico 1970 (quarti) - Spagna 1982 (seconda fase) - Messico 1986 (quarti) - Italia 1990 (semifinale) - Stati Uniti 1994 (ottavi) - Corea del Sud/Giappone 2002 (semifinali/ottavi) - Germania 2006 (semifinali). Il fattore casalingo, perciò, è determinante.
  • quinta osservazione: esclusa la Germania nel 1972, chi ha vinto il campionato continentale l'edizione precedente il mondiale non ha vinto poi il mondiale. Nel 2008 la Spagna ha vinto il campionato europeo, nel 2007 il Brasile ha vinto la Copa America.
  • sesta osservazione: ho sentito parlare della regola del numero 3964. Chi ha vinto il mondiale lo ha fatto nelle edizioni la cui somma degli anni è 3964 (Argentina 1978+1986 - Germania 1974+1990 - Brasile 1970+1994 - Brasile 1962+2002), mentre Inghilterra/Francia 1966/1998 sono state le uniche nazionali ad aver vinto una sola volta. Questa regola è stata infranta nel 2006 dall'Italia (3964-2006=1958: Brasile, curiosamente unica edizione in cui l'Italia non si è qualificata). Seguendo questo trend, comunque, dovrebbe vincere la Germania (3964-2010=1954). Staremo a vedere.
  • settima osservazione: penso che la Fifa vuole lanciare (o rilanciare) definitivamente il calcio nel continente africano. Occhio perciò alle squadre africane che potrebbero ben piazzarsi. In particolare, potrebbero piazzarsi nell'ordine: Sudafrica, Camerun, Nigeria, Ghana, Costa d'Avorio, Algeria.
  • ottava osservazione: ho notato che la Francia sta conquistando posizioni chiave nella Fifa (vedi Platini e Zidane). Potrebbe influenzare (in positivo) il piazzamento della Francia?
  • nona osservazione: Maradona non è mai stato simpatico ai quadri dirigenziali Fifa, perchè si è spesso dichiarato contrario le sue politiche (vedi Havelange). Potrebbe influenzare (in negativo) il piazzamento dell'Argentina?
  • decima osservazione (nota storica): Il Sudafrica è stato per decenni colonia britannica, e prima ancora colonia olandese.

Seguendo questi precetti, possiamo già dare alcune indicazioni sui piazzamenti finali :

Possibili squadre vincitrici:
Inghilterra, Germania, Olanda, Francia

In generale, senza seguire queste ipotesi, potrebbero vincere (tra parentesi la probabilità):
Inghilterra (20%), Brasile (20%), Spagna (15%), Argentina (10%), Italia (10%), Germania (5%), Olanda (5%), Francia (5%), Portogallo (5%), altre (5%).

Non credo molto in una seconda vittoria consecutiva dell'Italia data la squadra attuale, ma mai dire mai! Forza Azzurri!!!

Regionali 2010: vince la Lega al nord, bene il PdL al centro-sud. Sconfitta per il PD, che rimane solo nelle roccaforti. Exploit del MoVimento 5 stelle
post pubblicato in Elezioni regionali 2010, il 30 marzo 2010

Queste elezioni regionali 2010 verrano ricordate soprattutto non come la vittoria del PdL-Lega, ma come quelle della sconfitta del centrosinistra.

Risultati alla mano, delle 13 regioni al voto, il centrodestra, confermandosi in Lombardia e Veneto, vince in Lazio, Piemonte, Campania e Calabria, registrando una differenza di +4 rispetto alle regionali 2005. Il centrosinistra passa da 11 regioni a 7, confermandosi solo in Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Puglia e Basilicata.

Grande scalpore hanno suscitato le vittorie del candidato Roberto Cota  (PdL-Lega) in Piemonte e, soprattutto, di Renata Polverini (PdL) nel Lazio. Il primo, deve ringraziare soprattutto il "MoVimento 5 stelle" di Beppe Grillo che, molto probabilmente, ha preso molti più voti alla sinistra rispetto alla destra, portando in regione due consiglieri. La seconda, dopo la non ammissione della lista PdL nella circoscrizione Roma, è stata in lotta fin quasi la fine degli spogli contro la candidata del centrosinistra Emma Bonino, ma alla fine ha prevalso di oltre due punti percentuali. Per le altre regioni il risultato era più o meno scontato.

Proprio il MoVimento 5 stelle non solo vuole essere una valida alternativa al voto, presentando come candidati gente comune, proponendo liste "pulite" e non ricevendo alcun finanziamento statale. Infatti sono riusciti a far eleggere altri due consiglieri in Emilia Romagna. Sembra che qualcosa stia cambiando...

Sfoglia marzo        marzo